Ultima modifica: 4 dicembre 2017
Convitto Nazionale Pietro Longone > Il Convitto in breve

Il Convitto in breve

il Convitto Longone la nostra storia
l’ospitalità
la scuola primaria
la scuola secondaria I grado
la sezione dell’Accademia della Scala
il Liceo coreutico
gli spazi e le attrezzature
attività di ampliamento del P.O.F.
il Campus estivo
le rette e le borse di studio
“Vorrei dire che il Convitto Nazionale Pietro Longone mi ha indirizzato in una strada di consapevolezza e profondità interiore che mi hanno accompagnato per tutta la vita”
(Giorgio Strehler, lettera al Rettore del 8 ottobre 1993)
iscrizioni a.s. 2018 – 2019
presentazione CONVITTO – pieghevole scuola PRIMARIA – pieghevole scuola SECONDARIA I GRADO

Il Convitto nazionale Pietro Longone è una storica istituzione milanese nella quale hanno studiato, fra tanti altri, Giuseppe Parini, Alessandro Manzoni, Federico Confalonieri, Carlo Cattaneo, padre Agostino Gemelli, Luigi Bocconi, Giorgio Strehler, Sergio Romano.

Oggi offre agli studenti un convitto resindenziale maschile e un semiconvitto maschile e femminile, fruito dagli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado, curati da educatori professionisti.

L’offerta formativa, illustrata nel P.T.O.F (Piano Triennale dell’Offerta Formativa) è integrata con quella delle scuole statali annesse al Convitto:
– la scuola primaria,
– la scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale con una sezione, distaccata presso la scuola di via Vigevano, frequentata  dagli allievi dell’Accademia della Scala
– la scuola secondaria di secondo grado, un Liceo coreutico con sede in via Vigevano, in convenzione con l’Accademia della Scala

In un ambiente formativo qualificato, docenti ed educatori interagiscono in modo armonico.
Il tempo disteso dà la possibilità di rispettare i ritmi di apprendimento degli alunni e di inserire il lavoro scolastico in un quadro di attività educative e ricreative che rafforzano la motivazione, stimolano la curiosità e consolidano gli apprendimenti.

TORNA

la nostra storia

Il Convitto Longone nasce nel 1613 nella mente di un patrizio milanese, Pietro Longone il quale, nel testamento, stabilisce di finanziare con una parte delle proprie sostanze una nuova scuola che inizierà le attività solo nel 1723, quando Milano non è più spagnola ma austriaca.
Il nuovo istituto, il  “Collegio Imperiale Longone”, raccoglie l’eredità di altre scuole milanesi, soprattutto religiose, e religiosa ne è all’inizio la conduzione; i primi alunni appartengono alla nobiltà milanese e la scuola, dapprima dislocata in diversi edifici, si insedia poi nel palazzo di via Fatebenefratelli (l’attuale Questura).
Dopo la parentesi napoleonica e le guerre risorgimentali, il “Longone” nel 1861 diventa scuola dello Stato e continua a conseguire primati nel campo della ricerca scientifica grazie al talento di vari suoi professori, mentre fra gli alunni più importanti la frequentano, oltre Giuseppe Parini, altri futuri talenti come Alessandro Manzoni, Giulio Carcano, Cesare Correnti, padre Agostino Gemelli, Luigi Bocconi e, in tempi ancora più recenti, Giorgio Strehler e Sergio Romano.
Alla fine del fascismo e della seconda guerra mondiale, l’edificio di via Fatebenefratelli rimane occupato dalla Questura e il Convitto Longone, dopo essere stato ospitato in altri istituti, si trasferisce nell’attuale complesso di via degli Olivetani.

TORNA

l’ospitalità

Dal lunedì al venerdì gli alunni che frequentano le scuole statali interne completano il tempo scuola fino alle ore 18 con le attività del semiconvitto:
– assistenza allo studio garantita dagli educatori
– attività laboratoriali
– attività ludico ricreative assistite
– visite guidate e partecipazione ad eventi

Dalla domenica al sabato il Convitto offre un servizio di residenzialità  a ragazzi che frequentano le scuole interne o una scuola superiore esterna.
I servizi forniti direttamente dal convitto sono:
– ristorazione interna con pasti freschi preparati dai cuochi del Convitto
– servizi di guardaroba e lavanderia
– infermeria che collabora con il servizio di Medicina Scolastica Preventiva dell’ASL

TORNA

la scuola primaria

“Lavorare insieme, per accendere la passione della conoscenza” (H.Gardner)

La scuola primaria (ex scuola elementare) si propone di porre grande attenzione:

  • a considerare l’alunno una persona coinvolgendolo con il dialogo e la riflessione nel percorso educativo e di apprendimento per lui studiato
  • allo sviluppo intellettivo proprio di ogni fase evolutiva: dal concreto all’astratto, tramite l’uso di laboratori
  • allo sviluppo delle abilità motorie: dalla psicomotricità all’avvio allo sport
  • allo sviluppo del pensiero creativo dando spazio alle emozioni
  • allo sviluppo della capacità d’iniziativa attraverso il metodo del problem solving
  • alle intelligenze multiple considerando la persona nella sua interezza…

…perchè siano “nutriti” il corpo e la mente, perchè l’alunno stia bene a scuola ed impari ad amarla.

TORNA

La scuola secondaria di primo grado

“Insegnare a pensare il proprio pensiero” (E.Morin)

La scuola secondaria di primo grado (ex scuola media) si propone di realizzare un ambiente educativo

  • sereno poiché l’armonia ed il senso di sicurezza favoriscono apprendimenti stabili
  • interessante con la diversificazione e la specializzazione di laboratori per le scienze, l’informatica, la lettura e la ricerca, la musica e la recitazione
  • animato dalla presenza di adulti preparati, disponibili, vicini a chi ha bisogno, per favorire le potenzialità di ciascuno
  • socializzante per consentire a tutti di “mettersi alla prova” con gli altri e tra gli altri, accogliendo le diversità di ciascuno come valore importante per arricchire la comunità
  • orientante perché le conoscenze e le competenze, che ognuno è chiamato ad acquisire, gli consentano di “collocarsi nel mondo”, di interpretare l’universo, nel quale si trova, di scoprire il pluri-verso delle opportunità e dei messaggi, di scegliere e realizzare chi vuol essere
  • esigente per non dissipare il tempo prezioso dell’età dello sviluppo e per sviluppare un sapere critico, generativo di cultura.

TORNA

la scuola secondaria di primo grado – sezione dell’Accademia Teatro alla Scala

A partire dall’anno scolastico 2015-2016 è stata annessa al Convitto Longone la Scuola Secondaria di I grado dell’Accademia Teatro alla Scala ed è stata istituita la sezione “C” che comprende esclusivamente gli alunni che superano l’esame di ammissione ai corsi  dell’Accademia Teatro alla Scala.
I corsi sono appositamente commisurati al percorso complessivo degli allievi dell’Accademia Teatro alla Scala, notoriamente sottoposti a un impegno fisico e mentale speciale. Questo impegno viene contemperato con il percorso squisitamente scolastico nella ricerca del miglior equilibrio tra corpo e mente.

TORNA

la scuola secondaria di secondo grado, il Liceo coreutico

Dall’a.s.2017/18 è attivo presso la sede di via Vigevano un corso del liveo musicale ad indirizzo coreutico. Il percorso di formazione del Liceo Coreutico presso il Convitto è finalizzato all’integrazione tra il percorso professionalizzante avviato presso l’Accademia Teatro alla Scala e il curriculum del Liceo Coreutico; il piano di studi è definito dal D.P.R. n. 89/2010.
Convenzione fra il Convitto Nazionale “Pietro Longone” e la fondazione Accademia Teatro alla Scala con allegati (VEDI)

TORNA

i nostri spazi e le nostre attrezzature

– aule attrezzate con LIM (Lavagne Interattive Multimediali)
– biblioteca
– palestrina
– laboratorio di informatica
– aula per lo sportello psicologico
– aula di musica
– spazio attrezzato per il laboratorio di ceramica
– spazio attrezzato a infermeria
– campo da calcio a 5
– campo da basket/volley
– spazio mensa

TORNA

le attività di ampliamento dell’Offerta Formativa

Il nostro Istituto, nell’ottica e con la precisa finalità di integrare e ampliare la proposta formativa, ogni anno propone laboratori, corsi extracurricolari e progetti curricolari che incontrano le richieste degli alunni e delle famiglie.
Questa programmazione si pone in sintonia con le esigenze formative dell’utenza ed è attenta ai bisogni più generali di formazione del cittadino e dell’individuo. Le attività proposte , articolate nei vari giorni della settimana e suddivise per ordine di scuola, vengono scelte dalle famiglie all’inizio di ogni anno scolastico.
Le attività di Ampliamento dell’Offerta Formativa si svolgono al termine delle ore curricolari:
laboratori, gestiti dagli Educatori, dalle ore 17.00 alle ore 18.00
corsi, condotti da Esperti esterni dalle ore 17.00 alle ore 18.00

TORNA

il Campus estivo

A giugno, al termine delle lezioni,  il Convitto organizza il progetto “Estate insieme” per tutti gli allievi della fascia 6 – 12 anni.
Dal mattino al tardo pomeriggio vengono organizzate attività ludiche, sportive, animazioni, escursioni al mare, in montagna ed in località di interesse storico, naturalistico e paesaggistico.
Il Convitto garantisce i servizi di mensa e di infermeria.

TORNA

le rette e le borse di studio

La retta è contenuta e costituisce una partecipazione alle spese di ospitalità.
Esiste la possibilità di usufruire di borse di studio messe a disposizione dal Convitto, dal Comune, dalla Provincia e dall’INPS (ex INPDAP).  Sono inoltre previste altre forme di contributo da parte della Regione (DoteScuola).

TORNA